Imu Alessandria - Guida al Calcolo Imu -

 

IMU
Soggetti Passivi IMU
Aliquote Imu
Calcolo IMU
Service Tax 2014
Abitazione Principale
Detrazioni
Esempi Calcolo IMU
Versamento IMU
Seconde Case
Imu Imprese
Immobili Inagibili
Imu in agricoltura
Dichiarazione Imu
F24 Imu
Ravvedimento
Categorie Catastali
Domande e Risposte
Circolare Imu n. 3df
Decreto IMU
Norme Recenti

L'art. 13 del D. L. 201/2011, convertito con la L. 241/2011 (la c.d. "Manovra Monti"), ha previsto l'anticipazione dell'imposta municipale propria (IMU) in via sperimentale a decorrere dal 1/1/2012. 
L'IMU è applicata in via sperimentale fino al 2014, a regime dal 2015, in tutti i comuni del territorio nazionale in base agli art. 8 e 9 del D. Lgs. 14/3/2011 n. 23, in quanto compatibili con il sopra citato art. 13.
 
 

Ufficio Competente: Servizio Tributi - Ufficio ICI/IMU
Indirizzo: Piazza Giovanni XXIII, 6 - Palazzo Cuttica
Orario al Pubblico: Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 12.30
Responsabile dell'Ufficio: Dott.ssa CUNIETTI Maria Rosa
Telefono: 0131 316511
Fax: 0131 515532
E-Mail: tributi@comune.alessandria.it

 

Il D. L. 2 marzo 2012 n. 16 (c.d. "Decreto Fiscale"), convertito con la legge n. 44 del 26 aprile 2012 ha introdotto modifiche all'Imposta Municipale Propria (IMU) sin dall'anno corrente. Al riguardo si predisporranno le nuove schede informative aderenti al nuovo testo normativo.
 
Si evidenzia che il Legislatore potrebbe ulteriormente modificare il quadro complessivo di riferimento e pertanto le informazioni attualmente fornite potrebbero variare. In tal caso si procederà all'aggiornamento della presente pagina.
 

 
 

Scadenze, Aliquote, Detrazioni e Riduzioni

Le aliquote e le detrazioni presenti sono da applicarsi esclusivamente per l'importo dovuto in acconto (6 mesi) e che per il conguaglio (gli ulteriori 6 mesi) aliquote e detrazioni, per espressa previsione normativa, potrebbero essere suscettibili di variazioni sia ad opera del Comune che dello Stato.

Infatti il D.L. 16/2012, convertito nella Legge n. 44/2012, stabilisce per l'IMU che: 
 
ACCONTO: entro il 18/06/2012 (il 16 è un sabato)
Deve essere determinato sulla base delle aliquote e detrazioni di legge
 
SALDO: entro il 17/12/2012 (il 16 è una domenica)
I contribuenti dovranno effettuare il pagamento a conguaglio dell'imposta dovuta sulle base delle decisioni che i comuni adotteranno entro il 30 settembre. I municipi possono articolare le aliquote tra un minimo e un massimo rispetto a quanto stabilito dallo Stato (2, 4 e 7,6 ‰), che si riserva la facoltà di modificare tali parametri di riferimento entro il 10 dicembre.
 

 
ALIQUOTA BASE
7,6‰
Applicabile ai terreni agricoli, alle aree edificabili ed ai fabbricati che non rientrano nei casi sotto indicati.
ALIQUOTA RIDOTTA PER ABITAZIONE PRINCIPALE
4‰
Si intende per abitazione principale l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.
ALIQUOTA RIDOTTA PER PERTINENZE
4‰
Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate.
ALIQUOTA RIDOTTA PER IL CONIUGE ASSEGNATARIO DELL'EX CASA CONIUGALE
4‰
Anche se non proprietario. Si rendono applicabili tutti i benefici per l'abitazione principale in capo all'assegnatario.
FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE
2‰
 
 
DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE
200€
Fino a concorrenza del suo ammontare; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica
ULTERIORE DETRAZIONE SU ABITAZIONE PRINCIPALE PER I FIGLI
50€
Per l'anno 2012 e 2013, per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni residente anagraficamente nell'abitazione principale ed ivi dimorante abitualmente. La detrazione per i figli residenti non può superare l'importo di 400 Euro.
 
RIDUZIONE BASE IMPONIBILE PER FABBRICATI DI INTERESSE STORICO ARTISTICO
50%
Si dovrà presentare Dichiarazione IMU il cui modello è in fase di predisposizione da parte del Ministero dell'Economia.
RIDUZIONE BASE IMPONIBILE PER FABBRICATI INAGIBILI O INABITABILI
50%
Di fatto non utilizzati per ragioni non superabili con interventi di manutenzione. Per aver diritto alla riduzione è necessario presentare l'istanza al Servizio Tributi - Ufficio ICI/IMU allegando idonea documentazione alla domanda. Il Comune si riserva, di verificare la veridicità dello stato di degrado dell'immobile mediante l'Ufficio Tecnico Comunale.
 
 

Calcolo dell'Imposta

Per il calcolo dell'imposta i redditi dominicali dei terreni e le rendite catastali dei fabbricati vanno rivalutati, rispettivamente, del 25%, e del 5%, qualunque sia l'anno di attribuzione della rendita definitiva.

 

FABBRICATI

PASSO 1: CALCOLO BASE IMPONIBILE
Rendita Catastale X 5%
 
PASSO 2: SCELTA COEFFICIENTE MOLTIPLICATORE BASE IMPONIBILE

  • Categoria Catastale A (Escluso A10), C2, C6, C7 X 160
  • Categoria Catastale B, C3, C4, C5 X 140
  • Categoria Catastale D5, A10 X 80
  • Categoria Catastale D (Esclusi D5) X 60
  • Categoria Catastale C1 X 55
 

PASSO 3: SCELTA ALIQUOTA

  • Abitazione Principale X 4‰
  • Pertinenza Abitazione Principale X 4‰
  • Fabbricato Ad Uso Rurale Strumentale X 2‰
  • Altri Fabbricati X 7,6‰
 

PASSO 4: CALCOLO DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE
[200 € + (50 € X numero figli conviventi di età non superiore a 26 anni)] / numero usufruitori della Detrazione
 

 
 

TERRENI AGRICOLI

PASSO 1: CALCOLO BASE IMPONIBILE
Reddito Dominicale risultante a Catasto X 25%
 
PASSO 2: SCELTA COEFFICIENTE MOLTIPLICATORE BASE IMPONIBILE
 

  • Coltivatori Diretti e Imprenditori Agricoli Professionisti iscritti alla Previdenza Agricola X 110
  • In tutti gli altri casi X 135
 

PASSO 3: ALIQUOTA 7,6‰
 

 
 

AREE FABBRICABILI

PASSO 1: CALCOLO BASE IMPONIBILE
Valore al mq risultante da PRG (*) X mq
  
PASSO 2: ALIQUOTA 7,6‰
 
 
(*) Valori delle aree edificabili
Con delibera G.C. n. 474/2005 sono stati definiti i valori delle aree in considerazione delle destinazioni previste dal P.R.G.. I valori delle aree per l'anno 2012 sono gli stessi dell'anno 2007.
 

 
 

ESEMPI DI CALCOLO

Fabbricato Categoria Catastale "A" a disposizione: RENDITA CATASTALE X 1,05 X 160 X 1,0076

Fabbricato Categoria Catastale "D": RENDITA CATASTALE X 1,05 X 60 X 1,0076

Fabbricato Categoria Catastale "A2" e relativa Pertinenza di Categoria Catastale "C6" abitato da una famiglia di 4 persone (marito, moglie e 2 figli di età inferiore a 26 anni) utilizzato come abitazione principale in comproprietà al 50% tra i due coniugi. Calcolo per ogni coniuge: [(RENDITA CATASTALE "A2" X 1,05 X 160 X 1,004) / 2] + [(RENDITA CATASTALE "C6" X 1,05 X 160 X 1,004) / 2] - [((50 X 2) + 200)/2]

Terreno Agricolo Coltivatore Diretto: REDDITO DOMINICALE X 1,25 X 110 X 1,0076

 
 

CALCOLO DELL'IMU VIA WEB

ANUTEL Calcolo IMU

 
In collaborazione con ANUTEL [Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali]

http://www.riscotel.it/calcimu/comuni/calcimu.html?comune=A182 

 

 
 
 

TERMINI DI VERSAMENTO, F24 E CODICI

Entro il 18 giugno 2012
Acconto pari al 50% dell'imposta dovuta (30% per il pagamento relativo a fabbricati rurali ad uso strumentale) o il 33% se il pagamento avviene in tre rate solo per le abitazioni principali e relative pertinenze.
Entro il 17 settembre 2012
Seconda rata per le abitazioni principali e relative pertinenze pari al 33%dell'imposta dovuta.
Entro il 17 dicembre 2012
Saldo pari alla differenza tra l'imposta annuale e l'acconto e/o la seconda rata già versata in settembre.
Entro il 17 dicembre 2012 in unica soluzione
Per i fabbricati rurali iscritti nel catasto dei terreni che devono essere dichiarati al catasto edilizio urbano entro il 30.11.2012.
Nel caso di omesso pagamento entro i termini sopra indicati oppure nel caso di versamento in ritardo, i contribuenti potranno regolarizzare la propria posizione (entro un anno dal mancato pagamento) utilizzando l'istituto del ravvedimento operoso applicando all'imposta dovuta le sanzioni e gli interessi previsti dalla legge.
 
 

MODELLO F24

Il versamento dell'imposta deve essere effettuato mediante modello F24 disponibile presso banche ed uffici postali e non comporta il pagamento di alcuna commissione per il contribuente. 
Dal 18 aprile il modello F24 è disponibile, con relative istruzioni, on line sul sito dell'Agenzia delle Entrate all'indirizzo:
 
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/versare/f24/compilazione+invio+f24
 
Contestualmente al pagamento dell'importo di competenza comunale, con il modello F24 dovrà essere versata anche la quota di competenza erariale, ovvero a favore dello Stato.

 
 

CODICI DA UTILIZZARE CON IL MODELLO F24

CODICE COMUNE: A182

 

CODICI TRIBUTO

TIPOLOGIA IMMOBILE
A FAVORE DEL COMUNE
A FAVORE DELLO STATO
ABITAZIONE PRINCIPALE
3912
 
FABBRICATI AD USO STRUMENTALE
3913
 
TERRENI
3914
3915
AREE FABBRICABILI
3916
3917
ALTRI FABBRICATI
3918
3919

La casella "detrazione" conterrà sia la detrazione base pari a € 200,00 che quella aggiuntiva di € 50,00 per ogni figlio di età non superiore a 26 anni convivente con il contribuente.
Per il ravvedimento operoso va barrata la sola casella "ravvedimento" e non va indicato né il codice delle sanzioni né quello degli interessi, ma soltanto il codice tributo di riferimento.

Fonte Comune di Alessandria

 

Le informazioni presenti sul sito Calcolo Imu sono tratte dalla guida ufficiale all'IMU redatta dal Ministero dell'Economia e delle Finanze